5 cose da non trascurare oltre alla barba

Una barba può contribuire significativamente ad aumentare il fascino di un uomo, ma, per quanto bella e curata, a volte è anche un’arma a doppio taglio, che può farci sembrare sciatti e trasandati.

In quest’articolo parliamo di 5 cose che, se trascurate quando si ha la barba, hanno un impatto particolarmente negativo sulla nostra immagine e sulla percezione che gli altri hanno di noi.

Igiene personale

Non trascurate l'igiene personale se avete la barbaDiciamolo subito, al primo posto ovviamente dev’esserci l’igiene personale. Sporcizia e cattivo odore uccidono il fascino di qualunque persona.

Purtroppo capita a tutti di sudare e magari non avere la possibilità di farsi una doccia. Per esempio, potresti essere in giro, a lavoro, in viaggio o da qualsiasi altra parte. Nel caso, prova a cercare un bagno per darti una rinfrescata, meglio ancora se con te hai delle salviettine profumate.

Non sottovalutare neanche l’importanza dell’igiene orale. Dentifricio, filo interdentale e collutorio sono tuoi amici. Se temi di avere l’alito cattivo e non puoi lavarti i denti, mastica una gomma o mangia una caramella forte (ovviamente con la bocca chiusa, senza sembrare una dodicenne con le Big Babol)

Infine non dimenticare di tagliare e tenere pulite le unghie. Molte donne trovano le mani degli uomini particolarmente affascinanti, quindi curale bene.

Capelli

Non trascurare i capelli quando si ha la barbaInutile dire che anche i capelli devono essere sempre puliti. A parte questo, devi trovare uno stile che stia bene con il tuo volto e con la tua barba, non lasciarli semplicemente crescere a caso o tagliarli come capita.

Guarda come li portano personaggi famosi che hanno un viso simile al tuo e prendi ispirazione. Cerca un taglio che esalti il fatto che siano lisci, mossi o ricci.

Non avere paura di provare diversi prodotti, per fortuna non esiste solo il gel. Ci sono cere, paste, olii, balsami senza risciacquo… a seconda che tu voglia un effetto opaco o bagnato, mantenerli morbidi o rigidi.

Vestiti

Non trascurare i vestiti quando si ha la barbaNon è che se hai la barba devi sempre vestirti in giacca e cravatta per non sembrare un senzatetto. Anche se bisogna dire che vestirsi in modo elegante con la barba, dà sempre un po’ quell’aria da nobile gentiluomo di altri tempi, quindi facci un pensiero.

Se esci a bere una birra con gli amici, va bene vestirsi con jeans e maglietta, basta che non indossi indumenti che sembrano aver visto la guerra.

Stesso discorso vale per le scarpe, che sia un paio di sneakers o di scarpe eleganti, cerca di tenerle in buono stato e il più possibile pulite, compresi i lacci. Quando sono decisamente troppo usurate, per quanto tu possa amarle, rassegnati e comprane un nuovo paio.

Accessori

Non trascurare gli accessori con la barbaLa mancanza di accessori in realtà non ti farà sembrare più sciatto, però il diavolo si nasconde nei dettagli. Un bell’orologio, un bracciale o un anello ti daranno un aspetto più ricercato e sofisticato.

Fai attenzione, però, metterne troppi, magari anche vistosi, non è una buona idea. Cerca sempre di trovare il giusto equilibrio.

Inoltre, se la tua vista non è perfetta, considera di mettere un bel paio di occhiali e butta via le lenti a contatto, in accoppiata con la barba ti faranno sembrare un vero intellettuale.

Buone maniere

Non trascurare le buone maniere con la barbaAlla fine tutti i punti precedenti non contano molto se non ci sono le buone maniere. Non devi conoscere necessariamente il galateo, ma cerca almeno di adattare il tuo comportamento in base alla situazione in cui ti trovi.

Quante volte capita di vedere persone all’apparenza perfette che, non appena aprono bocca, si trasformano in scaricatori di porto? E, al contrario, persone dall’aspetto comune che riescono a rapire con le loro parole?

Probabilmente nessuno si scandalizzerà se bestemmierai mentre guardi una partita, ma in altri contesti è meglio trattenersi, soprattutto se sei in pubblico con persone che non conosci.

9 regole per un selfie perfetto con la barba

Uomo con barba e cappello si fa un selfieQuello dei selfie è un argomento controverso. C’è chi li odia, c’è chi li trova ridicoli, c’è chi se ne fa uno dopo l’altro. Per noi la verità, come spesso accade, sta nel mezzo.

Se uno condivide un milione di selfie tutti uguali, l’istinto di smettere di seguirlo e cancellarlo dai propri contatti è forte. Non c’è nulla di male, invece, se si sta passando una bella serata o se si è in un bel posto e si vuole immortalare il momento. L’importante è che non diventi un’ossessione, passando più tempo a immortalare momenti, che a viverli!

Insomma nella giusta misura i selfie possono avere il loro perché. Quando, per esempio, costringete qualcuno a vedere le mille foto della vostra ultima vacanza, è meno traumatico per la vittima se, oltre a tutte le possibili angolazioni di cattedrali e monumenti, c’è anche la vostra faccia ogni tanto, magari con qualche espressione stupida, che tanto le cattedrali e i monumenti li hanno fotografati già tanti altri prima di voi.

Ma perché su un sito di barbe parliamo di selfie? Prima di tutto perché un po’ di vanità non ha mai ucciso nessuno (a parte Narciso, ma quella è un’altra storia). Secondo, perché un paio di trucchetti per mettere in risalto la barba potrebbero tornare utili. Magari volete aggiornare la foto profilo di Facebook, aggiungere qualche foto su Instagram o avere più possibilità di trovare la vostra anima gemella su Tinder.

1. Luce

Uomo con la barba si fa un selfie con il flashAvete presente quelle foto dal colore giallognolo fatte in casa? Ecco, sono terribili! Cercate di scattarvi i selfie stando davanti a una finestra, evitando, però, di esporvi direttamente alla luce del sole, altrimenti creerete sul volto delle antiestetiche zone nette di ombra e, per evitare di restare ciechi, vi ritroverete pure a fare qualche smorfia di dolore. Se non avete un set di luci professionali (e se le avete perché state leggendo questo articolo?), vi sconsigliamo di scattare foto all’interno con il flash, a meno che non vogliate un bell’effetto fantasma.

2. Prodotti

Se potete, prima di spararvi un selfie, passate dell’olio sulla barba e qualche prodotto sui capelli. Darete una maggiore lucentezza, che, in combinazione con la giusta luce di cui abbiamo parlato prima, darà alla vostra barba una bella texture con molteplici sfumature. Così, soprattutto se la camera del vostro telefono non è delle migliori, non avrete un effetto piatto. La pelle, invece, dev’essere assolutamente opaca, quindi, se serve, usate un fazzoletto per asciugarvi prima dello scatto.

3. Angolo

Uno scatto frontale può risultare un po’ forzato. Potete provare a tenere il telefono un po’ in alto, senza esagerare, non volete rischiare di sembrare delle adolescenti.  Lo sguardo leggermente laterale e verso il basso, ma non troppo da sembrare che abbiate gli occhi chiusi. Insomma provate a giocare un po’ con varie angolazioni e vedere quella che v’ispira e vi piace di più.

4. Sfondo

Uomo con la barba si fa un selfie insieme agli amiciSe l’intento è di mettere in risalto la barba scegliete uno sfondo neutro, se alle vostre spalle c’è l’apocalisse sarà difficile, per chi guarda la foto, concentrarsi su di voi e sulla vostra barba. Come abbiamo detto, però, se condividete mille foto tutte uguali, rischiate di essere un po’ noiosi. Lasciate che le persone entrino un po’ nella vostra vita: scattate qualche selfie per far sapere che vi trovate in un determinato posto, che state facendo qualcosa d’interessante o che siete con qualcuno di speciale.

5. Espressione

Perché state scattando un selfie? In base a quello che rispondete dovreste decidere se avere un’espressione seria, spensierata, allegra, ecc. Ancora una volta: non fate sempre foto con la stessa espressione e la stessa posa. Imparate a usare gli occhi, sono fondamentali per comunicare emozioni. Infine non prendetevi troppo sul serio, facendo sguardi troppo tenebrosi, altrimenti avrete l’effetto contrario e risulterete ridicoli.

6. Distanza

Uomo con barba e cappello usa il selfie stick

Il problema di molti selfie è che sono troppo da vicino. Forse son fatti così di proposito, per catturare dei dettagli del volto, ma, complici la scarse camere di alcuni telefoni, spesso la qualità non è delle migliori. Quando scattate, non tagliate la fronte e lasciate anche intravedere il vostro corpo. Alcuni telefoni, soprattutto con la camera frontale, hanno quell’effetto zoom, per cui diventa difficile (a meno di non avere braccia molto lunghe) tenerli abbastanza lontani. Una soluzione è usare gli orribili selfie stick e, se lo fate, per l’amor di dio cercate di non farli vedere nella foto. In alternativa, per dare l’impressione di essere più lontani dall’obiettivo, potete usare delle lenti fatte apposta per il vostro telefono, non costano troppo e sono anche comode da portare in giro. Se siete interessati, questo è il link Amazon per leggere maggiori informazioni e le opinioni di chi le ha già provate: https://amzn.to/2O1o1Ve.

7. Collo

Quando si scattano le foto si dovrebbe leggermente allungare il collo per evitare o attenuare un eventuale doppio mento. Con la barba, però, vale l’esatto contrario. Se tirate leggermente il collo indietro la barba sembrerà più piena e voluminosa. Ovviamente non esagerate, sembrereste dei deficienti, dev’essere quasi impercettibile, fate un po’ di prove allo specchio.

8. Effetti

Non usate troppi effetti sui vostri selfie

Equilibrio è la parola d’ordine. Con tutte le app in circolazione, è facile farsi prendere la mano e aggiungere mille effetti diversi ai propri selfie. Metterne qualcuno per risaltare alcuni particolari o comunicare meglio i propri stati d’animo va bene. Se ce n’è bisogno sistemate pure la luminosità e il contrasto. Basta che non finiate per alterare completamente quella che era la foto originale. A meno che, ovviamente, non siate dei professionisti del fotoritocco, in quel caso non saremo certo noi a dirvi come fare il vostro lavoro!

9. Pratica

Fortunatamente non siamo più nell’epoca dei rullini, quindi scattare foto non vi costa nulla. Fatevi un selfie dopo l’altro e decidete qual è il migliore. Questo non vuol dire assolutamente che dovete condividerli tutti e intasare le bacheche dei vostri amici, serve solo a voi come esercizio, per sperimentare quello che avete letto fin ora. Alla fine, come sempre, l’importante è giocare e divertirsi!

Balsamo da barba fatto in casa

Spesso, noi con la barba lunga, ci lamentiamo del prezzo spropositato di alcuni prodotti. Abbiamo un’alternativa però, ricorrere al fai da te!

Scienziato pazzo prepara balsamo per barba

In questo articolo vi daremo la ricetta per preparare a casa un ottimo balsamo per la barba. Essendo anche noi inesperti con il fai da te, abbiamo fatto un po’ di ricerche e ci siamo fatti consigliare da coloro che detengono ogni verità: le nostre donne.

Prepararlo non è ovviamente semplice come comprarlo già fatto, ma non è neanche tanto difficile. Inoltre, così facendo, sarete sicuri degli ingredienti usati e non avrete dubbi su possibili prodotti chimici industriali.

È probabile che il primo tentativo non vada proprio a buon fine, forse non otterrete degli ottimi risultati. Molto dipende dall’uso delle giuste quantità e dai prodotti a cui siete abituati di solito. Con quello che risparmiate comunque potete permettervi di provare più e più volte, fino a ottenere il balsamo perfetto per la vostra barba!

Guardando la lista degli ingredienti, probabilmente vi chiederete: dove diavolo si comprano? In realtà sono abbastanza comuni, semplicemente non siamo abituati a comprarli. Ad ogni modo, se volete farla semplice, vi lasciamo i link Amazon di fianco ad ognuno, così potrete ordinarli comodamente stando seduti sul divano.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di cocco (Amazon)
  • 2 cucchiai di olio di mandorle dolci (Amazon)
  • 8 cucchiai di burro di karité (Amazon)
  • 28 grammi di cera d’api (Amazon)
  • qualche goccia di olio essenziale a scelta (Amazon)

Procedimento

Per poter amalgamare bene gli ingredienti tra loro, avrete bisogno di scaldarli. Evitate però di usare un calore troppo forte, altrimenti rovinerete tutto e creerete sostanze potenzialmente dannose.

Sistema bagnomaria per poter scaldare e amalgamare gli ingredienti del balsamo per barba

Usate il sistema bagnomaria. In poche parole, riempite un pentolino d’acqua e mettetelo sul fuoco, all’interno di questo mettete un altro recipiente con gli ingredienti che volete amalgamare. Il calore scalderà l’acqua nel primo pentolino e si trasferirà lentamente al secondo.

Gli ingredienti possono essere aggiunti tutti insieme, tranne l’olio essenziale. Una volta sciolti e mescolati bene tra loro, spegnete il fuoco e aggiungete qualche goccia di olio essenziale a vostra scelta.

Frusta da cucina per rendere il balsamo per la barba più morbido e cremosoA questo punto potete versare il composto liquido in un contenitore pulito e lasciare che si raffreddi e solidifichi. Se volete però che, anche una volta solidificato, il vostro balsamo resti abbastanza morbido e cremoso, eccovi un segreto: dopo averlo tolto dal fuoco, aspettate che diventi abbastanza denso, ma non proprio duro, e usate un frullino o una frusta da cucina per montarlo. Infine mettetelo nel contenitore dove volete conservarlo.

Prodotti profumati per la barba: sì o no?

È meglio usare prodotti profumati o inodore? A noi piace che la nostra nostra barba profumi, però dipende.

Innanzitutto facciamo una premessa molto importante, anche se speriamo sia ormai superflua, la barba non deve puzzare! Non fate come i nobili di un tempo che non si lavavano e, per coprire la puzza, facevano un uso smodato di profumi ed essenze.

Questo ovviamente non vale solo per la barba, ma per tutto il corpo, l’igiene prima di tutto. Quindi comprate un sapone adatto e, almeno un paio di volte a settimana, lavate la vostra bella barba.

Tornando all’argomento principale, dicevamo che a noi (e anche alle nostre donne, a dirla tutta) i prodotti profumati piacciono. Le nostre fragranze preferite sono bay rum, che è molto dolce, e menta o eucalipto, che invece danno una piacevole sensazione di freschezza.

Quello che evitiamo, però, è di usare tanti prodotti contemporaneamente, tutti con profumazioni molto forti e contrastanti tra loro.

Quando, per esempio, decidiamo di mettere balsamo e cera per baffi, in genere scegliamo un balsamo profumato e una cera neutra. Stessa cosa se, oltre al balsamo, decidiamo di mettere anche qualche goccia d’olio: balsamo profumato e olio inodore. Se invece evitiamo il balsamo, allora, sì, usiamo un olio profumato, mentre la cera sempre inodore.

In alternativa, va bene anche usare tutti prodotti profumati, a patto che lo siano in modo simile, per esempio tutti agli agrumi, tutti al legno di sandalo, tutti alla vaniglia, ecc. ecc. Non è importante che le profumazioni siano esattamente le stesse, basta che si sposino bene tra loro.

Uomo con una bella barba lunga e curata sente un cattivo odore

Che differenza c’è tra l’olio e il balsamo per barba?

Un dubbio molto ricorrente, soprattutto per chi sta cominciando a far crescere la barba, è quale sia la differenza tra questi due prodotti. Nelle nostre sezioni dedicate all’olio e al balsamo trovate già molte informazioni, quelli che abbiamo provato e con cui ci siamo trovati meglio. In questo articolo proviamo a fare ancora un po’ più di chiarezza.

Nonostante la loro composizione abbastanza diversa, il loro scopo è molto simile, entrambi fanno bene e nutrono sia la barba, sia la pelle. Potete usarli anche insieme, per esempio strofinando qualche goccia d’olio sulla barba ancora umida, asciugando con il phon e applicando infine il balsamo.

Se volete modellare meglio la barba, darle una tenuta migliore o avere un profumo che duri più a lungo, il balsamo è quello che fa per voi. È molto indicato per le barbe lunghe, soprattutto se tendono a essere mosse o ricce (altri consigli per le barbe ricce qui). L’olio invece è più leggero e più facile da applicare, lascia il pelo più lucido e su una barba corta è sicuramente più consigliato.

Per quanto ci riguarda, avendo le barbe lunghe, di solito preferiamo il balsamo, ma spesso dipende da come ci svegliamo la mattina. L’unico modo per togliervi ogni dubbio è provarli entrambi. Chiudiamo lasciando la parola a Stefano Cavada:

5 cose che hanno rovinato le nostre barbe

Quando si fa crescere la barba per la prima volta, ma spesso anche quando la si ha ormai da anni, può capitare di rovinarla senza neanche accorgersene. Se non volete commettere i nostri stessi errori di quando eravamo giovani, leggete con attenzione questa lista, forse potete ancora salvarvi!

Toccare la barba

Accarezzare la barba va bene, è uno dei tanti piaceri di cui non si può fare a meno. Il problema è se si insiste in un unico punto, tipo i baffi, e si comincia a tirare e a staccare i peli. Questo comportamento, ripetuto giorno dopo giorno, creerà in quella zona del viso una chiazza dove la vostra barba sarà più rada o addirittura farà fatica a crescere. Quando vi accorgete che lo state facendo, smettete subito, cercate di tenere le mani impegnate, usate una pallina antistress o, meglio, un pettine per sfogarvi.

Prodotti non specifici

I peli della barba sono molto diversi dai capelli, ma non è tutto, anche la pelle sul viso è diversa dal cuoio capelluto. Per questo, ad esempio, si sconsiglia di usare saponi non adatti alla barba che, oltre a seccare troppo i peli, seccano anche la pelle sottostante e di conseguenza la vostra barba ne risentirà ulteriormente.

Uso insufficiente o eccessivo dei prodotti

Come già detto, l’idratazione della pelle e della barba è molto importante, quindi non dimenticate di usare olio e balsamo. L’uso eccessivo non danneggerà la vostra barba, ma le darà un aspetto unto e poco gradevole, dunque cercate di trovare il giusto equilibrio. Per quanto riguarda lo shampoo, invece, sarebbe meglio evitare di usarlo tutti i giorni, ma, se proprio non potete farne a meno, almeno prendetene uno particolarmente delicato.

Il calore

Quando asciugate la barba, se usate il phon, evitate di tenerlo troppo vicino e ad una temperatura troppo alta. Inoltre, considerate che i phon professionali, rispetto ai più economici, asciugano meglio e più velocemente, utilizzando meno calore, quindi c’è meno rischio di danneggiare la barba.

Tagliare troppo o troppo poco

Ovviamente i tagli radicali non fanno bene alla vostra barba, ma neanche le leggere spuntatine in cui vi fate prendere la mano. State attenti soprattutto ai contorni, evitate per esempio di salire troppo con il rasoio quando radete il collo o scendere troppo sugli zigomi e le guance. E, se pensate di risolvere il problema non tagliando mai la barba, be’, sbagliate ugualmente, infatti, nonostante tutti gli accorgimenti, vi ritroverete comunque con qualche doppia punta e l’unico modo per sbarazzarvene è accorciando, anche di poco, la vostra barba.

barba curata, bella, morbida, folta, corta, lunga, beard, full, short, long, beauty, cura, fashion, health, moda, oil, olio, balsamo, balm, prodotti, routine, salute, shampoo, soap, style, tip, guida, tutorial, baffi, manubrio, mustacchi, moustache, barbacurata, curata, barbershop, barba rovinata

La barba dell’anno: una gara a scopo benefico

Se c’è una cosa che ci interessa più di un evento riguardante le barbe, è un evento riguardante le barbe con scopi benefici. Ecco perché siamo felici di informarvi che il 25 agosto, durante i festeggiamenti di Viatosto, si terrà la seconda edizione de “La barba dell’anno”.

È un evento imperdibile, organizzato da Pasquale Ferraro ed Elena Pucciariello, dove le migliori barbe, accompagnate dai rispettivi barber e curatori di immagine, si sfideranno in base a criteri quali: la lunghezza, la morbidezza, la lucentezza, lo stato complessivo, lo stile e i baffi.

Se non temete la competizione, potete partecipare al costo di 10€. Il ricavato delle iscrizioni verrà interamente devoluto in beneficenza ad Albergo Etico: un hotel aperto al pubblico e un percorso di formazione all’indipendenza personale e lavorativa, attraverso le mansioni alberghiere, dedicata a persone con disabilità intellettiva, sensoriale e fisica.

Di seguito vi lasciamo tutti i link dove potete trovare maggiori informazioni e il video con i momenti salienti dell’edizione dello scorso anno.

https://www.facebook.com/events/1810364065649062

https://www.facebook.com/Mania-Barba-489170427896514

https://www.instagram.com/mania_barba

http://maniabarba.altervista.org/la-barba-dell-anno.html

http://maniabarba.altervista.org

Il trend della barba dopo il Royal Wedding

Si è parlato tanto della barba del principe Harry al Royal Wedding, ma noi, che con la barba ci conviviamo da anni, non ci abbiamo dato molto peso. Adesso, però, ci siamo ritrovati a fare qualche riflessione in proposito.

Infatti, che uno come il principe Harry si sposi con la barba, non è solo gossip per riempire le pagine di riviste e i servizi di cronaca rosa, quando uno come lui fa crescere la barba è in grado di smuovere l’intera economia di un settore.

Grazie a lui si parla di rinascita della barba, poiché dal Royal Wedding, secondo i dati di IRI, agenzia che raccoglie dati di vendita sul mercato UK, i prodotti per uomini con la barba hanno avuto un’impennata.

Secondo una ricerca condotta da uala.it, sito dedicato al mondo beauty, anche in Italia c’è stata una crescita: le prenotazioni maschili per trattamenti alla barba e ai capelli sono aumentate e il modello di barba più richiesto è proprio quello del principe Harry.

Per saperne di più e per qualche consiglio interessante, l’articolo completo è su Vanity Fair: vanityfair.it/beauty/trend-beauty/2018/06/25/barba-principe-harry-royal-wedding-tendenze-uomo

barba curata, bella, morbida, folta, corta, lunga, beard, full, short, long, beauty, cura, fashion, health, moda, oil, olio, balsamo, balm, prodotti, routine, salute, shampoo, soap, style, tip, guida, tutorial, baffi, manubrio, mustacchi, moustache, barbacurata, curata, barbershop, Harry, Royal Wedding

La classifica dei 5 nemici più pericolosi della barba

Avete deciso di far crescere la barba, letto tutte le nostre guide, comprato i prodotti giusti e scelto lo stile perfetto per il vostro viso. Che cosa potrebbe mai andare storto? State forse dimenticando qualcosa?

Be’, per esempio non avete tenuto conto di 5 pericolosissimi nemici in agguato, che faranno di tutto per rovinare il vostro rapporto con la barba. Andiamo con ordine e presentiamoli uno alla volta, così che possiate riconoscerli e non farvi prendere alla sprovvista.

5. Vostra madre

Il quinto posto va sicuramente alla mamma. Non accetterà mai la barba e non perderà occasione per mostrare il suo disappunto. C’è da dire che le mamme sono fatte così, potreste essere perfetti e troverebbero comunque qualcosa di cui lamentarsi, fa parte della loro natura. Se avete già una lunga lista di rimostranze da sopportare, aggiungete anche la barba, non dovrebbe pesarvi troppo.

4. La vostra donna

Qui cominciamo ad addentrarci in un campo minato. I motivi per cui le vostre donne potrebbero essere contrarie alla barba sono svariati. Alcune non la sopportano per niente, il viso dev’essere sempre liscio, altre quantomeno accettano una barba corta e curata. Cercate di trovare un compromesso, provate a strappare almeno un periodo di prova, al termine del quale ne riparlerete e deciderete il da farsi. Alla fine sicuramente l’amore trionferà (ma sarà comunque sempre lei a decidere).

3. Il vostro capo

Se vi ritrovate uno di quei capi quadrati, duri come il marmo e con manie di controllo: auguri! Probabilmente vi darà la morte per la vostra barba, anche se non esiste alcuna ragione sensata per volere che la tagliate, semplicemente non rientra nei suoi canoni, perché lui è uno vecchia scuola, perché la barba non è elegante, perché ai suoi tempi tutti dovevano essere rasati, ecc. ecc. Se riuscite a trovare lavoro schioccando le dita, potrebbe essere una buona soluzione quella di cercare un nuovo posto con un capo dalla mentalità più aperta, probabilmente non ne gioverebbe solo la vostra barba, ma anche voi. Se questo purtroppo non è possibile, stringete i denti e fatevi forza. Volete sapere se bisogna tagliare la barba per un colloquio di lavoro? Leggete qui quello che ne pensiamo noi.

2. Il barbiere

A tradimento al secondo posto si piazza il barbiere, proprio lui che dovrebbe essere il miglior amico della barba e invece a volte è capace di crimini di una violenza inaudita. In realtà un simile problema lo hanno le donne con i loro parrucchieri, quando per esempio chiedono “una leggera spuntatina” e si ritrovano quasi rasate a zero. Il barbiere in fondo è in buona fede, ma, per via dell’inesperienza o perché non riuscite a spiegarvi bene, può creare dei disastri irreparabili. Cercate di evitare fraintendimenti quando gli parlate, siate precisi e dettagliati su quello che volete. Se non vi soddisfa il suo lavoro rivolgetevi a qualcun altro, magari facendovi consigliare da qualche amico.

1. Voi stessi

Al primo posto non poteva mancare il colpo di scena: voi stessi! Potrebbe darsi che non vi prendete abbastanza cura della vostra barba o che, in un tentativo maldestro di sistemarla da soli, finite per rovinarla completamente. Oppure, peggio ancora, sentite quella voce nella testa che di tanto in tanto vi dice di dare un taglio netto. Alla fine, o perché vi capita una giornata no, o perché siete stufi dei giudizi altrui, decidete di darle ascolto. Quando capitano questi momenti, trovatevi altro da fare, svagatevi, non pensateci, venite a trovarci su Facebook per fare due chiacchiere, sicuramente qualcuno vi incoraggerà e v’impedirà di fare qualcosa di cui potreste pentirvi il giorno dopo.

Barba Curata - Blog - Nemici della Barba, bella, morbida, folta, corta, lunga, beard, full, short, long, beauty, cura, fashion, health, moda, oil, olio, balsamo, balm, prodotti, routine, salute, shampoo, soap, style, tip, tips, guida, tutorial, baffi, manubrio, mustacchi, moustache

Beard Balm di Dr K

Oggi parliamo del balsamo per barba di Dr K. Non è un caso che lo facciamo proprio ora che finalmente è tornato il caldo, infatti, come tutti gli altri balsami, anche questo tende a diventare duro come un sasso con il freddo… e noi siamo troppo pigri per riscaldarlo a dovere e poi usarlo.

Il vantaggio, però, è che è ottimo per disciplinare e mantenere in ordine la barba, molto più dell’olio. Inoltre, grazie ai suoi ingredienti, nutre, non unge e ha un buonissimo profumo di menta piperita, che dura per tutto il giorno. Potete applicarlo sulla barba dopo l’olio o usarlo in sostituzione a quest’ultimo, come facciamo noi di solito.

Dr K. - Menta Piperita

Dr K – Menta Piperita

Il voto di barba curata: 5