I 5 errori più comuni quando si regola la barba da soli

Gli errori più comuni quando si regola la barba da soliSe vuoi regolare la barba da solo vuol dire che sei ormai esperto nel farlo oppure che devi giusto tagliare qualche pelo ribelle qui e lì. Se non è così, ma vuoi comunque provarci, invece di affidarti alle mani esperte di un barbiere, allora in bocca in lupo!

Ricorda comunque che, per un lavoro di precisione, sarebbe meglio usare un buon paio di forbici. Il rasoio elettrico, invece, puoi usarlo per liberarti velocemente dei peli sugli zigomi o sul collo che non fanno parte della barba. Se vuoi saperne di più su come regolare la barba da solo vai qui.

Veniamo finalmente al dunque e vediamo quali sono i 5 errori più comuni che si fanno quando si compie quest’operazione tanto delicata:

Tagliare la barba da bagnata

I peli, se bagnati, tendono ad allungarsi molto e fanno assumere alla barba una forma che non è quella reale. Se cominci a tagliare, quindi, rischi di ritrovarti alla fine con una barba asciutta molto più corta di quello che pensavi e probabilmente anche storta.

Regolare prima della routine quotidiana

Visto che non è il caso di tagliare la barba da bagnata, allora perché non farlo la mattina appena svegli quando spara in tutte le direzioni? Pessima idea! Il rischio, ancora una volta, è quello di accorgersi troppo tardi di averla tagliata male. Segui la tua routine quotidiana: lava, pettina, asciuga, spazzola, metti i prodotti che usi di solito e solo dopo regola!

Provare a sistemare una barba storta

A volte ci si accorge di aver tagliato la barba storta, allora si prova a pareggiarla, si taglia troppo sull’altro lato e così via, ritrovandosi alla fine ad aver tagliato molti più cm di quelli che si sperava. Prima di tutto, quando regoli la barba, assicurati che ci sia una buona luce e non ci siano ombre sul volto che possano portarti a sbagliare. Se ti accorgi che la barba è storta, prenditi un attimo, vai a fare un giro e quando torni prova a sistemarla. Se l’asimmetria è quasi impercettibile, lasciala così, probabilmente nessuno ci farà caso.

Radere eccessivamente il collo

Se si vuole una barba lunga, il collo non deve essere proprio toccato. La barba sotto il mento e sul collo serve a dare sostegno e volume, senza ti ritroveresti con una barba vuota e fiacca. Per avere più informazioni, leggi la nostra guida su come regolare la linea del collo.

Scendere troppo con la lametta sugli zigomi e le guance

Con una barba lunga, zigomi e guance andrebbero lasciati il più possibile al naturale. Evita assolutamente di scendere troppo con il rasoio. L’unica cosa che dovresti fare è tagliare quei peletti antiestetici che ti crescono lontani dalla barba, basta!

È anche possibile, però, giocare con le linee della barba a seconda della forma del viso. Con un viso tondo, ad esempio, scendere un po’ sulle guance aiuterà a far sembrare il viso più allungato.

Se vuoi saperne di più, leggi anche il nostro articolo su come regolare la linea della barba sulle guance.

L’importanza della neckline: come radere il collo

Quando vi radete il collo, soprattutto se state iniziando a far crescere la barba, è importante seguire semplici – ma fondamentali – regole.

Mai sottovalutare il contributo che la linea del collo – detta anche neckline – dona all’aspetto complessivo del viso. Lo sbaglio più grande che molti fanno è quello di salire troppo con il rasoio.

Se la tua barba è corta o media, una buona regola è misurare due dita sopra il pomo d’Adamo, circa 1,5 cm, tutto ciò che è sotto può essere rasato. Così facendo se apri la bocca, tipo per sbadigliare, non dovresti vedere la parte inferiore delle guance che resta scoperta.

Barba Curata - Blog - Neckline

Per una barba corta ben rifinita puoi provare a usare delle linee rette. Se però hai una mascella più spigolosa, dai bordi pronunciati, una linea sul collo più rotonda e più morbida è forse la scelta migliore. Per saperne di più a riguardo, leggi anche il nostro articolo su come scegliere lo stile di barba in base alla forma del viso.

Se invece ambisci a una barba lunga e folta, potresti evitare del tutto di radere il collo o farlo il meno possibile. In questo modo avrai più sostegno, più volume ed eviterai l’effetto troppo sfilato o a banana.

Se hai una barba riccia e lunga, forse non avrai bisogno di troppo sostegno sul collo, perché probabilmente la tua barba sarà già molto voluminosa e folta. In questo caso, quindi, sarà meglio sfoltire un po’ la barba del collo, così da non sembrare dei cespugli.

Ora che hai un’idea di dove dev’essere la tua linea del collo, probabilmente vorrai sapere cosa devi usare per raderti. Se soffri di irritazioni e arrossamenti, puoi affidarti a un buon regolabarba o semplicemente a delle forbici, soprattutto se la tua barba è lunga.

Se invece vuoi comunque usare il rasoio per definire la tua linea del collo, soprattutto se hai una barba corta, segui questi consigli per evitare irritazioni:

  • Ammorbidisci la pelle con acqua calda (non bollente), bagnandoti il viso o dopo aver fatto una doccia. 
  • Usa un detergente delicato o uno scrub per esfoliare, rimuovere le cellule morte e sollevare i peli incarniti. Applicalo con movimenti circolari, andando in tutte le direzioni.
  • Usa una crema pre-rasatura per ammorbidire ulteriormente sia la pelle, sia la barba. Lascia che faccia effetto, tenendola su per qualche minuto.
  • Usa schiuma o gel da barba per far scivolare meglio la lama del rasoio.
  • Non usare vecchi rasoi, poco affilati, altrimenti, invece di tagliare il pelo, finirai per strapparlo via.
  • Evita di fare il contropelo. I peli sul collo crescono verso il basso, quindi segui la stessa direzione e muovi la lametta dall’alto verso il basso. Questo aiuterà a prevenire i brufoli da rasoio.
  • Abbi un tocco molto leggero e delicato, evita di fare troppa pressione con il rasoio.
  • Per finire usa un buon dopobarba.

Qualunque sia il tuo stile, è importante curare anche la barba sul collo, evitando che sia trasandata o irregolare!