Viking beard: stile di effetto e che non passa inosservato

Uomo con barba vichinga

Le serie tv (Vikings ma non solo), le pubblicità di una nota birra e la scelta da parte di qualche vip hanno riportato in auge la Viking beard ossia la barba da vichingo.

Stile di barba che arriva dal passato, è scelto ancora oggi come tratto distintivo e di mascolinità. Avere la viking beard indica infatti al mondo il proprio spirito combattivo ma paziente, curato, ma allo stesso tempo eccentrico, ed in generale molto “maschio”.

Per questi motivi e molto altro lo stile Viking Beard è tornato ad essere un must. Scopri tutto su questo stile storico, cinematografico e non solo.

Cos’è la Viking Beard?

Stile originario della Scandinavia, è il simbolo dei guerrieri nordici. Tutti gli uomini ed anche gli dei (ad eccezione del pazzo Loki) sfoggiavano infatti una barba lunga e curata che era simbolo di virilità e mascolinità. Dal punto di vista estetico la Viking Beard è una barba lunga o medio lunga, curata e ben pettinata, lasciata libera o acconciata tramite trecce o apposite perline.

La Viking Beard prevede poi il collo pulito ed una barba uniforme come lunghezza e sempre ordinata.

Uomo con viking beard e ascia

Quanto tempo serve per ottenere una Viking Beard?

Trattandosi di una barba “notevole” può essere necessario molto tempo e dedizione per arrivare a sfoggiare una vera viking beard. Durante il processo di crescita della barba vichinga sarà poi necessario prestare le dovute cure ed attenzione alla barba, ed eseguire tutte quelle azioni che possano consentire una crescita graduale ma vigorosa.

Forme del viso ideali per la Viking Beard

L’importanza e la “coprenza” della barba vichinga la rendono perfetta per ogni forma del viso, visto che più che evidenziare un particolare, la stessa va a nascondere un insieme ed a spostare l’attenzione sulla barba stessa. Tra le varie forme del viso, quella che beneficia di più della viking beard è sicuramente quello rotondo, in quanto la stessa aggiunge lunghezza all’insieme.

Per saperne di più, leggi anche il nostro articolo su come scegliere lo stile di barba in base alla forma del viso.

Come si crea una perfetta Viking Beard

Potremmo semplificare dicendo che per una perfetta viking beard ci vuole tanta pazienza e cura della barba, ma vediamo nello specifico i passi per una perfetta barba in stile Ragnar Lothbrok.

La base di partenza di una viking beard è una barba di almeno tre o quattro centimetri di lunghezza, raggiungere questo valore minimo è quindi il nostro primo obiettivo.

Prima fase. Crescita della barba

Far crescere la viking beard

Raggiungere gli agognati tre, quattro centimetri di lunghezza potrebbe non essere un operazione rapida. Durante tutto questo periodo di crescita la nostra nuova barba avrà bisogno infatti di attenzioni quotidiane.

Il consiglio è quindi quello di tenerla sempre perfettamente pulita. Lavandola regolarmente, la stessa, rimarrà morbida e profumata, pettinandola poi ogni giorno avremo la certezza che non ci saranno nodi, né antiestetici e poco eleganti residui di cibo.

A lunghezza “di partenza” raggiunta potremo procedere alla prima scorciatina, che ci permetterà di allineare la crescita e l’uniformità della stessa.

Dovremo poi sempre fare attenzione a tenere rasata la zona del collo, dettaglio fondamentale che separa una barba viking beard “in progress” da una barba sciatta ed incolta.

In questa fase potremo poi andare a definire anche se preferiamo una sagoma di tipo ducktail (a coda d’anatra) o “pari”.

Se sei all’inizio di questa grande avventura, leggi i consigli per non arrendersi quando si decide di far crescere la barba.

Seconda fase. Forma

Curando la barba la stessa crescerà in maniera “rigogliosa”. Sarà necessario quindi periodicamente “correggerne” la crescita in modo da tenerla ordinata e simmetrica. Ti servirà ancora un pò di pazienza per avere una barba da vero vichingo, ma sei sulla buona strada.

E soprattutto, ricorda di fare attenzione agli errori più comuni quando si regola la barba da soli.

Regolare la viking beard

Terza fase. Definisci.

Uomo con trecce nella barba vichinga

Raggiunta la lunghezza da te desiderata è arrivato ora il tempo dell’estetica. Potrai scegliere se lasciarla al naturale o farti ispirare nuovamente dai vichinghi.

Questi antichi guerrieri avevano infatti l’abitudine di intrecciare la barba ed adornarla prima di andare in battaglia e nelle celebrazioni religiose. Intrecciarla, come per i vichinghi è una scelta “di comodità”, come loro potrai optare (anche in base alla lunghezza della barba) per una, due o più trecce.

Ornamenti per viking beard

Potrai poi adornare le stesse o solo parte della tua barba con perline appositamente realizzate. Piccoli ornamenti color bronzo incisi con rune o simboli della cultura vichinga che daranno ulteriore stile alla tua barba.

Raggiunta la lunghezza ideale dovremo poi solo dedicarci ad una spuntatina mensile, a tenere la barba pulita e pettinata ed il collo sempre ben rasato.

Prodotti, accessori e manutenzione per la cura della Viking Beard

Uomo lava la viking beard

Non è un prodotto né un accessorio che agisce direttamente su questa barba, ma se vuoi che la stessa cresca bella e vigorosa, dovrai prestare attenzione anche alla tua alimentazione. Una dieta sana ed equilibrata con un adeguata quantità di cibi ricchi di grassi sani (frutta secca, salmone, olio di oliva) ti aiuterà ad avere una buona crescita della barba ed un bell’aspetto estetico della stessa.

Per quanto riguarda prodotti ed accessori, la viking beard ne richiede vari, in particolare:

  • Shampoo specifico per la barba, per un ottima pulizia e sgrassatura della stessa
  • Balsamo per barba, per donare brillantezza, morbidezza ed una facile pettinabilità alla barba
  • Olio per barba, per donare idratazione alla barba ed alla pelle sottostante ed evitare pruriti ed irritazioni
  • Un pettine e una spazzola per barba, per una manutenzione quotidiana post doccia mattutina o la sera prima di andare a dormire.

Stili di Viking Beard

Oltre alle trecce ed ai vari elementi decorativi, possibili varianti della viking beard arrivano anche dalla zona dei baffi. Con o senza baffi, con i baffi “inglobati” alla barba o meno, le possibili variazioni sono molte.

Vip e Viking Beard

Chris Hemsworth in Thor con una viking beard

Trattandosi di uno stile di barba di ispirazione storica è molto facile collegare la stessa oltre che all’epopea vichinga anche ai film ed alle serie tv ad essa ispirata (oltre a Vikings anche molti personaggi di Game of Thrones).

La viking beard è stata poi scelta anche da molti attori famosi sia per esigenze di personaggio, sia per passione nella vita reale. Sono perfetti esempi di appassionati di viking beard l’attore Jason Momoa (Khal Drogo, Aquaman), la stella di Bollywood Ranveer Singh (Padmavaat), l’attore Sanjay Dutt (K.G.F, chapter 2) e per finire (solo in alcune parti del film) l’attore Chris Hemsworth in Thor.

In passato anche Mel Gibson ha spesso sfoggiato una viking beard in versione corta. In ambito sportivo, possiamo invece ricordare il difensore svedese ex Juve Olof Mellberg ed il capitano della sorprendente Islanda a Euro 2016 Aron Gunnarson.

Barba e capelli?

Uomo con una viking beard e taglio di capelli rasato ai lati

La viking beard si abbina molto bene con diversi tagli di capelli, in particolare, sulle scene cinematografiche e negli ambienti di ispirazione vichinga la possiamo trovare abbinata a:

  • testa rasata o calva
  • capelli lunghi
  • testa rasata ai lati e diverse lunghezze di capelli

La viking beard sta bene davvero con tutto, quindi l’abbinamento con il taglio di capelli, se non forzato dalla mancanza degli stessi, può definire maggiormente il nostro stile. Un taglio corto e curato darà eleganza ad una viking beard lunga ma ordinata, un taglio più lungo darà invece un aspetto più rustico e meno da ufficio.

Stile molto particolare che si nota immediatamente, quello della barba da vichingo è una scelta trendy che richiede tempo ed attenzione per essere creata. Come tutti gli stili impegnativi e di effetto richiede una discreta quantità di cure anche a lunghezza raggiunta.

Sforzo che vale la pena di essere effettuato se la viking beard è la nostra passione.

Come avere la barba perfetta il giorno del matrimonio

Sposo con la barba il giorno del matrimonio

“Essere un buon padre è come farsi la barba. Non importa quanto sei stato bravo a raderti oggi, devi farlo di nuovo domani”

sostiene l’autore statunitense Reed Markham. Ovviamente nel nostro caso si potrebbe benissimo dire:

“Essere un buon marito è come curare la barba”

e per farlo è indispensabile che già dal primo giorno la barba sia perfetta!

Proprio come le spose passano diverse ore a cercare la pettinatura ideale, la maggior parte degli uomini devono prendersi la massima cura della barba per questo giorno speciale. Se questo è il tuo caso e vuoi che appaia impeccabile in una data così importante come il giorno del “Sì, lo voglio”, non perderti questi pratici consigli!

Perché la barba è un aspetto estetico fondamentale?

Ironicamente, ti si potrebbe rispondere a primo impatto: “Eh beh… fa parte del viso, fai un po’ te…” È curioso, ma i peli del viso maschile sono stati soggetti a diverse tendenze della moda nel corso della storia. Effettivamente, dopo il sorgere di barbe lunghe e folte di qualche anno fa, adesso è comune vederle più corte. E sono tanti i futuri mariti che scelgono di farsi curare la barba per la loro passeggiata all’altare.

Come far crescere la barba velocemente e in salute? 

Alimentazione sana per una barba più bella

Se è da molto tempo che pensi di farti crescere la barba per il tuo “Sì”, questi semplici consigli ti saranno di grande aiuto. Il punto di partenza è lasciarla crescere, senza tagliarla, per circa un mese. Un tempo più che prudente per dargli la forma desiderata. Durante questo processo, esfolia la pelle del viso una volta alla settimana per togliere la pelle morta. Oltre a ciò, non dimenticare di idratarla giorno dopo giorno. L’ideale è anche massaggiarla per bene dopo la doccia quotidiana e, soprattutto con oli essenziali, come quello di mandorle, che diminuiscono considerevolmente le irritazioni cutanee.

Oltre alle cure esterne, puoi anche far crescere la barba più velocemente con una dieta più attenta. Proteine, vitamine e acidi grassi Omega 3 sono ottimi alleati. Puoi ingerirli anche sotto forma di integratori, ma è meglio farlo durante i pasti quotidiani. Non dovrebbe mancare nemmeno un buon apporto di acqua, poiché è molto fondamentale anche essere ben idratati all’interno. Allo stesso modo, cercare di dormire circa 7 ore al giorno, fare esercizio sistematicamente e tenere a bada lo stress sono straordinariamente altri fattori decisivi quando si tratta di ottenere una barba lunga il prima possibile.

Cosa credevi? Che una buona dieta servisse solo per avere un fisico mozzafiato e non per un fattore estetico così rilevante come quello della barba?

Come tagliare la barba e quando farlo?

Se stai pensando a come sistemare la barba, il momento migliore, senza dubbio, è dopo la doccia, poiché i pori sono più aperti. Tra gli strumenti che puoi utilizzare ci sono il tradizionale rasoio e le nuove macchine elettriche che, oltre a radere, delineano e fungono da efficaci regolabarba, in quanto esse fanno ottenere il risultato desiderato in maniera più efficiente. Un’altra opzione altrettanto valida è quella di andare da un barbiere ogni una o due settimane. Lui meglio di chiunque altro saprà come plasmare la barba per ottenere lo stile che più ti piace.

Regolare e modellare la barba per il giorno del matrimonio

Quali trattamenti dovrebbero essere applicati alla barba?

Oltre alle già citate creme esfolianti e idratanti, c’è una serie di cure da non scordare. Ad esempio, applica la crema da barba o il gel sulle aree del viso che desideri rasare, come la parte inferiore del collo o parte delle guance. Dopodiché lava bene il viso con acqua fredda e, dopo averlo tamponato delicatamente, applica un dopobarba o una lozione idratante. L’olio per barba ti aiuterà a mantenere la barba morbida e soffice, mentre la cera per barba l’ammorbidisce e aggiunge volume. Se la tua barba è abbastanza lunga, tutto ciò che devi fare è pettinarla per evitare che i peli si attorciglino.

Come sapere qual è lo stile di barba più adatto?

La forma ideale della barba varia a seconda della forma del tuo viso, poiché esistono diversi tipi di barba e non tutti si adattano allo stesso modo. Il tuo viso è quadrato, circolare, ovale o rettangolare? Assolutamente, no. Non è un insulto, ma riconoscere umilmente la propria forma del viso è un modo per evitare di imitare un modello di barba che non si appresta bene alle proprie caratteristiche facciali ma che a un attore di Hollywood sta d’incanto! È super consigliato testare diversi mesi prima del matrimonio per evitare imprevisti dell’ultimo minuto e risultati rischiosi. Assicurati della lunghezza che più ti si addice e con cui ti senti più a tuo agio. E se hai dei dubbi, consulta un  barbiere esperto.

Cosa dovrebbe essere incluso nel kit di emergenza per la barba del grande giorno?

Pettine per barba da portarsi dietro il giorno del matrimonio

Oltre alle prelibatezze che comporranno il buffet, prepara un kit di emergenza per la tua barba! Anche perché proprio a causa dello squisitissimo cibo, potrai sporcartela! Non sottovalutare assolutamente briciole, zuppa, ketchup… Bastano un tovagliolo grande, un pettine, una cera e un olio, e la tua barba sarà impeccabile in tutte le fotografie! 

Quali consigli seguire per avere una barba a regola d’arte nei selfie da postare sui Social Network? 

Uomo con la barba si fa una selfie con la sposa il giorno del matrimonio

Oltre alle foto di esperti professionisti, le foto e i selfie sui social sono parte integrante di ogni matrimonio!

Nella fotografia la luce è la supereroina, l’oscurità il nemico. Trova una buona fonte di luce attenuata, senza utilizzare il flash (a meno che tu non sia un mago di Photoshop). 

Non cercare di catturare uno sfondo troppo interessante, non è questo lo scopo della foto. Lo scopo è la tua leggendaria barba. I nostri occhi sono attratti da ciò che sta in primo piano, quindi scattando la foto con questa filosofia potrai dire con sicurezza di attirare l’occhio di chi guarda la foto! Durante l’editing, utilizza la chiarezza, la nitidezza o il contrasto. Ma se la barba è fatta come Dio comanda, anche i filtri diventano inutili!

Le persone alzano leggermente il telefono quando scattano foto per un motivo: è più accattivante. Accentua le linee della barba sul collo e gli zigomi. Non andare troppo in alto, o sembrerai un’adolescente, ma punta da poco sopra il livello degli occhi.

E soprattutto ricordati di sorridere sempre! I tizi che si fotografano la barba in qualche modo credono di non poter sorridere. Seriamente, digita #barba su Instagram e prova a contare quanti ragazzi stiano in effetti sorridendo! Mi raccomando, tu non fare lo stesso errore!

Per saperne di più, leggi anche il nostro articolo sulle regole da seguire per un selfie perfetto con la barba!

Il nostro augurio è quello di un giorno indimenticabile, che porti tante realtà compatte nella tua futura famiglia. Per far sì che ciò si realizzi, la barba non ha dei poteri speciali, ma di sicuro può far ricordare ai vostri invitati quanto fosse incantevole la barba dello sposo!

“Un uomo per piacere deve fare 2 cose: lavarsi ed avere la barba. Barba e lavarsi. Lavarsi e barba. Il resto è tutto un dettaglio”

Segui questo consiglio della conduttrice televisiva Andrea Delogu, e vedrai quanto charme includerai nella vita matrimoniale!

Sposo con la barba esulta con la sposa il giorno del matrimonio

Come regolare la linea della barba sulle guance

La linea della barba sulle guance o sugli zigomi, detta anche cheek line, ha un ruolo fondamentale nella cura della barba. Essa ci dona un aspetto completamente diverso a seconda dello stile di barba che scegliamo e della forma del nostro viso.

Uomo con una barba lunga e ben definita

Qual è l’altezza giusta per la linea della barba sulle guance?

Con una barba lunga, zigomi e guance andrebbero lasciati il più possibile al naturale. Evita assolutamente di scendere troppo con il rasoio. L’unica cosa che dovresti fare è tagliare quei peletti antiestetici che ti crescono lontani dalla barba, basta!

È anche possibile, però, giocare con le linee della barba a seconda della forma del viso, soprattutto con una barba corta. Con un viso stretto e allungato, per esempio, è sicuramente meglio mantenere la linea della barba più alta. Con un viso tondo e schiacciato, invece, scendere un po’ sulle guance aiuterà a far sembrare il viso più allungato. Per saperne di più, leggi anche il nostro articolo su come scegliere lo stile di barba in base alla forma del viso.

Come radere la linea della barba sulle guance?

Ora che hai un’idea di dove dev’essere la tua linea delle guance, probabilmente vorrai sapere cosa devi usare per raderti. Le guance, a differenza del collo, sono meno soggette ad irritazioni e arrossamenti, ma se vuoi stare tranquillo, puoi affidarti a un buon regolabarba. Se ne trovano anche con tanto di guida laser, come il regolabarba della Philips.

Uso di un regolabarba con guida laser per radere la linea della barba sulle guance.

Se invece vuoi usare il rasoio o la lametta per definire la tua linea delle guance, soprattutto per una barba ben definita, segui questi consigli per evitare (o quanto meno diminuire) irritazioni:

  • Ammorbidisci la pelle con acqua calda (non bollente), bagnandoti il viso oppure procedi a raderti solo dopo aver fatto la doccia. 
  • Usa un detergente delicato o uno scrub per esfoliare e rimuovere le cellule morte. Applicalo con movimenti circolari, massaggiando in tutte le direzioni.
  • Usa una crema pre-rasatura, detto anche pre-shave, per ammorbidire ulteriormente sia la pelle, sia la barba. Lascia che faccia effetto, tenendola su per qualche minuto.
  • Usa schiuma o gel da barba per far scivolare meglio la lama del rasoio. Molto meglio se il sapone non copre il volto, così è più semplice definire la linea delle guance. Essendo, in genere, la pelle delle guance meno delicata, si può anche saltare questo passaggio, così da avere una visuale migliore della parte che si sta radendo.
  • Non tirare troppo la pelle quando ti radi, altrimenti rischi di tagliare molta più barba di quanto vorresti.
  • Affidati a un classico rasoio a mano libera o con una sola lama. I multi-lama, essendo ingombranti, possono risultare meno precisi nella definizione dei contorni della barba.
  • Non usare vecchie lamette, poco affilate, altrimenti, invece di tagliare il pelo, finirai per strapparlo via.
  • Evita di fare il contropelo se la tua pelle è molto delicata. I peli sulle guance crescono verso il basso, quindi segui la stessa direzione e muovi la lametta dall’alto verso il basso (facendo molta attenzione a non scendere troppo) oppure lateralmente, da destra a sinistra e viceversa. Questo aiuterà a prevenire i brufoli da rasoio.
  • Abbi un tocco molto leggero e delicato, evita di fare troppa pressione con il rasoio.
  • Per finire usa un buon dopobarba.

Questi semplici consigli sulla linea delle guance, avranno un grande impatto sull’aspetto della tua barba e del tuo viso!

Cura della barba lunga: gli step indispensabili

Tratto distintivo senza tempo, la barba lunga ancora oggi può essere sinonimo di stile ed eleganza. Tuttavia bisogna capire come curarla e mantenerla al meglio, altrimenti è un attimo che da icona di stile rischia di diventare simbolo di trasandatezza! Sia che tu voglia farti crescere la barba per la prima volta, sia che già ce l’abbia, abbiamo stilato per te alcuni consigli sulla cura della barba lunga.

Uomo con barba lunga e occhiali da sole

Stili di barba lunga: quale scegliere

Gli stili in cui puoi modellare la barba lunga sono davvero tantissimi. Ovviamente vanno scelti in base ai nostri gusti personali, ma anche secondo la nostra personalità e la forma del viso. La barba infatti è un ottimo modo per accentuare o migliorare alcuni tratti del volto. Una barba lunga e appuntita potrebbe essere l’ideale per allungare un viso tondeggiante o addolcire un viso squadrato. Al contrario, una barba piena potrebbe camuffare un viso lungo o con mento particolarmente pronunciato. Per saperne di più leggi anche la nostra guida su come scegliere lo stile di barba in base alla forma del viso o il nostro articolo sulla viking beard.

Come curare la barba lunga: i prodotti indispensabili

Non essere pigro! Se vuoi farti crescere la barba lunga, devi mettere in conto che andrà curata quotidianamente (o quasi!).

Forbici

Innanzitutto dovrai avere un paio di forbici per modellarla e mantenerla della giusta lunghezza. Fai attenzione, però, a non commettere i tipici errori di chi si regola la barba da solo.

Pettine e spazzola

Poi ti servirà un pettine o una piccola spazzola, possibilmente con setole di cinghiale. Pettina la barba tutti i giorni al mattino e quando esci dalla doccia: i denti larghi del pettine sono per la barba, mentre i denti stretti per i baffi.

Saponi e shampoo

Shampoo per barba

Non dimenticare l’importanza di una barba sana! Una buona cura settimanale ti aiuterà ad evitare pruriti o irritazioni. Utilizza saponi e shampoo specifici per la barba – ne trovi tantissimi in commercio a prezzi anche molto convenienti. Ogni volta che fai la doccia, ricorda di lavarla utilizzando lo shampoo dedicato. A questo modo riuscirai a mantenerla pulita, morbida e lucida. Sarà anche molto più facile da pettinare! Leggi anche la nostra guida definitiva su come lavare la barba.

Prodotti per modellare e lucidare

Uomo con barba lunga

Per i barbuti più esperti e per coloro che vogliono apparire sempre al top, non possono mancare alcuni prodotti per modellare e lucidare la barba.

Innanzitutto l’olio da barba, essenziale per mantenere la barba sana, morbida e, soprattutto, lucidissima. Basta applicarne qualche goccia per ottenere un effetto super curato.

Periodicamente consigliamo poi di utilizzare il balsamo da barba, indispensabile per ammorbidire i peli. Al contrario dell’olio, il balsamo è consigliato principalmente per le barbe più folte e lunghe, con peli spessi e difficili da governare. Anche in questo caso ne basta poco per fissare e nutrire la nostra barba. Se hai ancora dubbi, leggi il nostro articolo dove spieghiamo la differenza tra olio e balsamo.

Altro prodotto indispensabile, ma che molti dimenticano, è la cera per i baffi. Come avrai già capito, serve per ammorbidire e modellare i baffi. 

L’importanza della routine

Uomo si accorcia la barba da un barbiere professionista

Avere la barba lunga è un tratto distintivo indimenticabile, che ti rende subito stiloso e alla moda. Tuttavia non devi dimenticare di prendertene cura! Dedica tutte le settimane qualche minuto alla cura della barba, applicando prodotti ammorbidenti e modellanti e aggiustando la lunghezza e la forma. Periodicamente potresti poi valutare la possibilità di andare da un barbiere per un trattamento professionale. Leggi anche come la forza dell’abitudine può aiutarti ad avere una barba perfetta!

Curare e mantenere lo stile Van Dyke

Lo stile Van Dyke (a volte scritto anche Vandyke o Van Dyck) è uno stile di barba che prende il nome da Antoon van Dyck (1599–1641), pittore fiammingo del 17esimo secolo.

Ritratto di Antoon van Dyck da cui prende il nome il celebre stile di barba Van Dyke

Antoon van Dyck

Introduzione e storia dello stile Van Dyke

L’originale stile Van Dyke consiste in baffi e pizzetto a punta, con il resto della barba completamente rasata.

Le varianti sono comunque molte, ad esempio alcuni portano i baffi a manubrio, altri no, alcuni lasciano la mosca, alcuni preferiscono avere la barba sui lati lunga qualche millimetro invece di raderla completamente, etc. etc.

Lo stile Van Dyke è conosciuto anche come Charlie, per via di Charles I di Inghilterra, che era spesso ritratto da Antoon van Dyck con questo stile di barba.

Ritratto di Charles I di Inghilterra dipindo da Antoon van Dyck

Charles I di Inghilterra

Questo stile era molto popolare in Europa nel 17esimo secolo ed è poi scomparso in Inghilterra nel periodo della Restaurazione Inglese, quando gli stili francesi e le parrucche divennero predominanti. Per un po’ alcuni aristocratici, conosciuti come  vow-beards, continuarono ad avere lo stile Van Dyke, giurando di mantenerlo finché il re non l’avrebbe avuto di nuovo.

Tornò di moda negli Stati Uniti nel 19esimo secolo e alcuni giornali dell’epoca lo condannarono, definendo gli uomini che lo portavano: egoisti, inquietanti e appariscenti come pavoni.

Cosa dice lo stile Van Dyke sulla tua personalità

Se sei interessato allo stile Van Dyke hai probabilmente una passione per il vintage e ti piace applicarlo nella società contemporanea.

Sei sicuro di te, hai un lato ribelle e ti piace andare controcorrente, sfoggiando questo stile con dei meravigliosi baffi a manubrio.

Come curare e mantenere lo stile Van Dyke

Il modo più semplice per avere questo stile, partendo da zero, è smettendo di radersi per almeno un mese, così la lunghezza del pizzetto sarà sufficiente ad avere la famosa forma a punta.

Passato il mese, bisognerà completamente radere guance e collo, lasciando intatti solo i baffi e il pizzetto.

In seguito, per mantenere la forma si potrà usare una volta a settimana rasoio elettrico o forbici per rifinire con precisione, mentre il resto della barba andrà rasata tutti i giorni con la lametta.

In quanto ai prodotti si può usare dell’olio per nutrire o del balsamo per avere una tenuta maggiore del pizzetto. Per dei baffi a manubrio perfetti, sicuramente è necessario procurarsi della buona cera, che li tenga in ordine per tutto il giorno.

Infine, di seguito si può vedere come curare e mantenere una variante dello stile Van Dyke, dove la barba non è completamente rasata, ma viene lasciata lunga qualche millimetro:

App per incontri e barba: il match perfetto per trovare l’anima gemella

Ragazzo con la barba insieme a una ragazzaPiù volte abbiamo ribadito come una barba curata renda attraenti e sia una calamita per le donne (e anche per gli uomini), inoltre non mancano studi e sondaggi, dai quali si evince una netta preferenza per gli uomini con la barba.

Eppure ti starai chiedendo: come mai ho seguito alla perfezione tutte le vostre guide, ho una barba bella e profumata, eppure non vedo tutte queste donne che mi vengono dietro?

Parliamo allora di un argomento che non è strettamente legato alla barba, ma potrebbe comunque essere di tuo interesse, cioè come fare a conoscere ragazze nel 2020 e come le cosiddette dating app possano essere estremamente d’aiuto.

Che piaccia o meno, le app per incontrare l’anima gemella online sono sempre più diffuse, tra le più famose ci sono Tinder, Bumble, Happn, OkCupid e Grindr. Nonostante qualcuno le guardi ancora un po’ con sospetto, a nostro parere non c’è nulla di male a usarle, a patto di farlo nel modo giusto.

Sono molto utili se si non si conosce molta gente, magari perché ci si è trasferiti da poco in una nuova città o semplicemente si è un po’ introversi e si ha difficoltà ad approcciare persone in giro per la strada.

Magari non ne hai mai usata una oppure lo stai facendo ma non stai esprimendo al meglio il tuo potenziale. Può anche darsi che tu non stia cercando l’anima gemella, ma in quest’articolo puoi comunque trovare spunti interessanti per coltivare relazioni non amorose.

Indipendentemente da quale app si scelga di usare, il funzionamento di base è molto semplice: si decide se una persona è di proprio interesse e se l’interesse è ricambiato, allora si può iniziare a chattare. Comunque facciamo un passo alla volta, partendo dall’inizio.

Ragazzo tatuato con la barba si fa un selfiePrima di tutto, devi creare un profilo accattivante e avendo la barba, sei già un passo avanti rispetto alla concorrenza. È fondamentale avere delle belle foto, ma se non sai neppure da dove cominciare, leggi quali sono le regole per un selfie perfetto, così potrai mettere in risalto la tua barba ed essere irresistibile.

Avere una carrellata di selfie, non è però la strategia migliore. Sii vario, metti foto dalle quali si evincano i tuoi interessi e le attività che ti piacciono fare, ma sempre senza essere monotematico! Se sei un fanatico del fitness, non mettere una sfilza di foto dei tuoi addominali. Se ti piacciono le auto, non mettere solo foto di macchine sportive. Se ti piace uscire la sera, non mettere solo foto dove fai baldoria. Chiaro, no?

A questo punto è il momento di scrivere la tua bio. Vale lo stesso ragionamento fatto per le foto, non essere monotematico e soprattutto cerca di non essere banale, evita cose tipo: mi piace viaggiare, fare palestra, mangiare bene e bere buon vino!

Sono cose che probabilmente il 99% degli uomini scrive. Cerca piuttosto di catturare l’attenzione, prova per esempio a fare il simpatico. Va bene anche qualcosa di stupido tipo: AAA cercasi ragazza che mi aiuti ad appaiare i calzini!

Comunque, alla fine, non sbattere troppo la testa per trovare la frase perfetta, anche perché spesso le bio neppure vengono lette.

Ora non resta che iniziare a cercare persone, mettere like a quelle che ti piacciono e incrociare le dita. Se tutto va bene, in poco tempo dovresti cominciare ad avere qualche match. È stato facile, no? Purtroppo adesso comincia la parte difficile.

La maggior parte delle ragazze neppure risponde dopo il primo messaggio, perché sono letteralmente sommerse da una quantità sproposita di match e messaggi. Ad ogni modo, non perderti mai d’animo e cerca di giocartela al meglio!

Per il primo messaggio vale la stessa regola della bio, non essere banale ed evita cose tipo hey, ciao, come va?

La prima cosa da fare è scrutare il suo profilo e vedere se ci sono cose su cui puoi fare domande, tipo un suo interesse, un abito particolare che indossa, un posto in cui si trova.

Se non riesci a trovare nulla di tutto questo, prova nuovamente a fare il simpatico, magari esagerando un po’, tipo: che dici, è troppo presto per fissare la data delle nozze?

Ovviamente non esiste la formula magica, quindi prova diverse strategie e non buttarti giù se ogni tanto va male, è un gioco!

Uomo con la barba si sposaUna volta rotto il ghiaccio, cerca di essere il più chiaro e trasparente possibile. Non c’è nulla di male a cercare solo divertimento, la donna della propria vita o un’amicizia, l’importante è che l’altra persona lo sappia. Ricordati sempre di essere un gentleman e che oltre alla barba è importante che ci sia altro.

Evita le volgarità non richieste, sia quando chatti, sia durante gli appuntamenti, il rispetto è fondamentale, non dimenticarlo!

Infine parliamo del ghosting, cioè quando una persona all’improvviso sparisce o si allontana senza dare spiegazioni. È qualcosa che può fare davvero male, quindi speriamo vivamente che non ti capiti, ma, se dovesse succedere, cerca di non darci troppo peso, evita di ossessionarti e prova ad andare avanti il prima possibile! Inutile dire che neppure tu dovresti fare ghosting, sempre tornando all’essere trasparente, piuttosto sii sincero e se una persona non t’interessa, diglielo chiaramente e non lasciarla nel limbo!

Per ora è tutto, non ci resta che dirti: in bocca al lupo!