Barba profumata al caffè con il balsamo El Burrista di Badass Beard Care

715mczgbq+L._SL1200_Se oltre alla passione per la barba, hai anche la passione per il caffè, allora devi assolutamente provare il balsamo El Burrista di Badass Beard Care.

Inizialmente, prima di comprarlo, avevamo paura che l’odore ci avrebbe nauseato dopo un po’, avendolo tutto il giorno sotto il naso.

Invece, ha un profumo dolce di caffè assolutamente delizioso, tanto che viene quasi la voglia di assaggiarlo.

Questo balsamo idrata a fondo la barba ed è ottimo per darle un aspetto più folto, sano e curato.

Inoltre la sua consistenza burrosa garantisce una buona tenuta e ti aiuterà a mantenere la tua barba ribelle perfettamente in ordine.

Nel pacchetto che arriva a casa, si trova un bigliettino di ringraziamento, un plettro per prendere il balsamo (o magari suonare la chitarra) e il sacchetto in velluto contenente il prezioso balsamo. Tocco di classe: la presenza di un vero chicco di caffè al suo interno.

Oltre al balsamo El Burrista, al profumo di caffè, su Amazon trovi anche gli altri balsami e olii di Badass Beard Care con le seguenti profumazioni:

The Ladies Man

Note di limone e vaniglia, che ricordano una torta al limone.

The Original

Note di legno di sandalo e vaniglia, che fanno venire in mente il profumo di biscotti caldi appena sfornati.

The Mountain Man

Note di pino e cedro, che ricordano l’odore della legna appena tagliata.

The Pirate

Note di lime, foglie d’alloro, arancia e chiodo di garofano. Fragranza molto speziata e rinfrescante.

The Patriot

Note di cedro texano, tea tree e rosmarino. Un profumo legnoso e muschiato.

12642713_650524791753892_7883335921143101277_n

 

Balsamo per barba fai da te: ricetta vegana

Uomo con la barba a favore dei prodotti cruelty freeQualche tempo fa abbiamo spiegato come fare un ottimo balsamo per barba fatto in casa, decisamente una valida alternativa per curare la barba, senza spendere un patrimonio in costosi balsami commerciali.

Altro punto a favore, oltre al risparmio, è sicuramente il fatto di poter usare ingredienti di qualità, senza la paura di possibili sostanze chimiche, che spesso si nascondono in alcuni prodotti in vendita.

Proprio a proposito degli ingredienti, però, più volte ci è stato chiesto come fare una versione vegana di questo balsamo per barba, infatti nella ricetta originale è presente la cera d’api, la quale serve per legare tra loro gli altri ingredienti e, inoltre, ha un effetto protettivo, emolliente e aiuta a nutrire, combattendo la secchezza. 

Ancora una volta ci sono venute in aiuto le nostre donne, delle vere esperte in cosmetici fai da te, e ci hanno assicurato che la cera d’api può tranquillamente essere sostituita con una delle seguenti alternative vegetali:

Cera di carnauba e cera candelilla

La cera di carnauba si estrae dai fiori della copernicia cerifera, una palma di origine brasiliana. Invece la cera candelilla proviene dai fiori dell’euphorbia cerifera.

La cera di carnauba ha un punto di fusione di 80-86°C, mentre la cera candelilla fonde a 60-66°C. Sono adatte anche per la realizzazione di burrocacao, rossetti e mascara. Puoi acquistare su Amazon sia la cera di carnauba, sia la cera di candelilla.

Cera di mimosa

Viene estratta dai fiori dell’acacia dealbata e ha un punto di fusione simili alla cera d’api, cioè tra i 60 e i 65°C.

Utilizzata nelle formulazioni cosmetiche come agente di texture e stabilizzante nelle emulsioni.

È usata nelle ricette di creme per pelli sensibili e secche, in quanto ha proprietà filmogene e protettive per la pelle.

Cera di riso

Questa cera si ottiene dal tegumento esterno del seme di riso e ha un punto di fusione di circa 80°C, quindi molto più alto rispetto alla cera d’api. Molto indicata anche per creme e burri idratanti. Puoi acquistare la cera di riso su Amazon.

Cera di soia

È una cera bianca di consistenza molto morbida e si ottiene per idrogenazione dell’olio di soia

La cera di soia ha un punto di fusione compreso tra i 50 e 55°C ed è anche adatta per realizzare candele. Puoi acquistare la cera di soia su Amazon.

Prima di cominciare

Vale la pena ricordare che il primo tentativo potrebbe non essere molto soddisfacente, infatti trovare il giusto equilibrio tra le diverse quantità è una bella sfida, soprattutto in base ai prodotti a cui sei abituato.

Va detto, però, che, con i soldi risparmiati, puoi permetterti di fare diverse prove e sbagliare più volte, fino a ottenere un balsamo assolutamente perfetto per la tua barba!

Comunque, se proprio non vuoi perdere tempo, puoi sempre ripiegare su delle ottime alternative commerciali, come per esempio il balsamo Original di Bulldog, il quale è certificato da Cruelty Free International, in quanto non viene testato sugli animali e non contiene ingredienti di origine animale.

A questo punto, se invece sei ancora convinto e non vedi l’ora di cimentarti in questa impresa, vediamo quali sono tutti gli ingredienti e come usarli per creare il migliore dei balsami da barba!

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

Per poter amalgamare bene gli ingredienti tra loro, bisogna scaldarli. Evita, però, di usare un calore diretto troppo forte, altrimenti rovinerai tutto e creerai sostanze potenzialmente dannose.

Sistema bagnomaria per poter scaldare e amalgamare gli ingredienti del balsamo per barba

Il sistema bagnomaria fa al caso tuo:

serve per riscaldare, cuocere o distillare indirettamente. Lo scopo è quello di avere un maggior controllo sui risultati quando si trattano ingredienti particolarmente delicati. (Wikipedia)

In poche parole, riempi un pentolino d’acqua e mettilo sul fuoco, all’interno di questo metti un altro recipiente più piccolo con gli ingredienti che vuoi amalgamare. Il calore scalderà l’acqua nel primo pentolino e si trasferirà lentamente al secondo.

Puoi aggiungere tutti gli ingredienti insieme, tranne l’olio essenziale, che invece va messo per ultimo.

Continua a mescolare finché tutto si è sciolto e amalgamato, poi puoi spegnere il fuoco e aggiungere qualche goccia del tuo olio essenziale preferito.

Frusta da cucina per rendere il balsamo da barba più cremosoA questo punto, versa il composto ancora liquido in un contenitore pulito e lascia che si raffreddi e solidifichi. Se ti dovessero mancare, puoi acquistare dei pratici contenitori in alluminio su Amazon.

Se vuoi che, una volta solidificato, il balsamo resti comunque abbastanza morbido e cremoso, ecco un segreto: dopo averlo tolto dal fuoco, aspetta che diventi abbastanza denso, ma non duro, e prima di metterlo in un contenitore pulito, usa un frullino o una frusta da cucina per montarlo.

Guida definitiva su come lavare la barba

Una volta per tutte, mettiamo nero su bianco tutto quello che bisogna fare per avere una barba sempre pulita e profumata.

Spazzolare

Uomo con la barba usa uno scopettone per spazzolarlaSpazzolare la barba, oltre a mantenerla in ordine, aiuta a pulirla da eventuali residui di cibo, pelle secca, cellule morte e forfora.

Grazie all’azione esfoliante, la pelle respirerà meglio e i benefici saranno visibili anche sulla barba.

Almeno una volta al giorno, prima di uscire di casa, prendi la tua spazzola fidata e passala in tutte le direzioni, anche contropelo, arrivando fino alla cute, così da massaggiarla e stimolarla.

Lavare con shampoo

Prima di tutto, va detto che lo shampoo o sapone per lavare la barba non è lo stesso shampoo che si usa per lavare i capelli. Il cuoio capelluto e la pelle del viso sono completamente diversi, così come i capelli e i peli della barba, ne segue che usare lo stesso shampoo è assolutamente sconsigliato.

Inoltre, non bisogna lavare tutti i giorni la barba con lo shampoo, altrimenti si rischia di rovinarla, eliminando tutti gli olii naturali del pelo, rendendolo secco e sfibrato. È sufficiente farlo 2 o 3 volte alla settimana, non di più!

Gli shampoo per barba solitamente non fanno molta schiuma, ma comunque basta usarne una piccola quantità per detergere. Bagna bene la barba, poi versa lo shampoo sulle mani e distribuiscilo su tutta la lunghezza, dalla radice fino alla punta, massaggiando bene con i polpastrelli e arrivando fino alla pelle. Per aiutarti puoi usare una spazzola specifica per shampoo (Amazon), particolarmente utile anche per districare eventuali nodi.

Fatto questo, lava con abbondante acqua tiepida, assicurandoti di rimuovere tutta la schiuma.

Uomo con la barba si lava usando una pompa da giardino

Lavare solo con acqua

Come fare se hai bisogno di lavare la barba tutti i giorni? Niente di più semplice: usa soltanto l’acqua, in questo modo la terrai pulita senza però aggredirla eccessivamente con lo shampoo.

Usare il balsamo con risciacquo

Dopo aver usato lo shampoo, si può usare un balsamo con risciacquo, detto anche conditioner, per ammorbidire e nutrire la barba. Uno molto buono è il balsamo al pepe nero di Solomon’s Beard.

Basta distribuirne una piccola quantità sulla barba ancora bagnata, lasciarlo agire un paio di minuti e infine risciacquare con abbondante acqua tiepida.

Fare un impacco nutriente

Il balsamo con risciacquo può anche essere usato per fare un impacco o una maschera, molto utile se la barba è molto disidratata e ha bisogno di essere nutrita a fondo.

Dopo lo shampoo, bisogna applicare su tutta la barba una quantità abbondante di balsamo, si lascia agire circa 10 o 15 minuti e poi si risciacqua.

Dovrebbe essere sufficiente fare un impacco una volta al mese per cominciare a vedere degli ottimi risultati.

Usare il co-wash

Co-wash un metodo alternativo per lavare la barbaSe usare soltanto l’acqua non è sufficiente per lavare la barba, si può usare il co-wash, cioè invece dello shampoo, si usa il balsamo con risciacquo. Eventualmente si può anche mescolare con un cucchiaino di zucchero di canna.

Non solo non è aggressivo quanto lo shampoo, ma aiuta anche ad ammorbidire, nutrire e idratare la barba, lasciando una piacevole sensazione di pulito. Se si vuole renderlo ancora più delicato basta diluirlo leggermente con un po’ di acqua.

Fare lo scrub

Una o due volte a settimana andrebbe fatto anche uno scrub, infatti, pulendo ed esfoliando la pelle del viso, anche la barba crescerà più sana e più forte.

Può essere fatto sotto la doccia, prima di lavare la barba con lo shampoo, così sarà più efficace, in quanto i pori della pelle saranno più dilatati per via del calore e sarà anche più facile lavarlo via sotto il getto dell’acqua.

Asciugare con il phon

Uomo asciuga barba con il phonA questo punto, non resta altro che asciugare la barba. Usa prima un asciugamano e tampona, senza strofinare troppo forte: il pelo della barba quando è bagnato è molto delicato.

Poi usa un phon professionale (Amazon), con una temperatura media o bassa, senza avvicinarlo troppo al viso. Aiutati con una spazzola o un pettine per lisciare e dare alla tua barba la forma desiderata. Ricordati sempre di essere molto delicato mentre la pettini, altrimenti rischi di strappare i peli o spezzarli.

Inoltre, se hai la barba molto secca, puoi applicare un paio di gocce d’olio prima di asciugarla, così da nutrirla ulteriormente e proteggerla meglio.

Balsamo Bulldog: curare la barba, tenendo d’occhio l’ambiente

Balsamo per barba Original di BulldogDi recente abbiamo provato il balsamo per barba di Bulldog, quindi abbiamo deciso di spendere due parole a riguardo.

Bulldog, come idea, nasce nel 2005 nel Regno Unito e l’obiettivo principale è quello di curare la pelle degli uomini.

Molto positivo il fatto che tutti i prodotti Bulldog sono certificati da Cruelty Free International, cioè non vengono testati sugli animali, e inoltre tutti i flaconi sono realizzati per almeno il 50% con plastica ricavata dalla canna da zucchero.

Parlando di ingredienti, i prodotti Bulldog non contengono parabeni, SLS, coloranti artificiali, profumi sintetici o ingredienti di origine animale, il che li rende particolarmente adatti a vegetariani e vegani.

Il balsamo per barba Original, in particolare, contiene principalmente: aloe vera, olio di camelina e tè verde. Il profumo, a nostro avviso, è leggero, fresco e abbastanza piacevole.

Balsamo per barba Original di BulldogA differenza di altri balsami per barba, questo ha una consistenza parecchio cremosa, il che lo rende molto facile da applicare.

Si assorbe in fretta e non appesantisce affatto la barba, ma se si è alla ricerca di un balsamo fissante, che aiuti a domare una barba ribelle, forse questo non è il più indicato. 

In definitiva è un buon prodotto che vale sicuramente la pena provare, ma, a nostro parere, è più efficace su una barba corta o usato solo di tanto in tanto, se non si hanno particolari esigenze riguardo alla tenuta.

Balsamo al pepe nero di Solomon’s Beard

Balsamo per barba al pepe nero di Solomon‘s BeardOggi parliamo del balsamo al pepe nero di Solomon’s Beard. Come già detto in precedenza, la qualità di questi prodotti è ottima e questo non è certamente da meno.

Il balsamo in questione è di quelli con risciacquo. Quelli solidi vengono usati principalmente per modellare la barba, questo, invece, ha come scopo principale quello di nutrire in profondità, aiutando a rigenerare e ricostruire il pelo della barba, lasciandolo quindi morbido e idratato.

Se sei confuso su questi due diversi prodotti, puoi leggere il nostro precedente articolo in cui spieghiamo la differenza tra balsami con e senza risciacquo, conosciuti anche come beard balm e beard conditioner.

Il balsamo di Solomon’s Beard, come tutti quelli con risciacquo, può essere usato dopo aver lavato la barba, applicandone una piccola quantità e massaggiandola fino a distribuirla su tutta la lunghezza. Dopo un paio di minuti può essere risciacquato e si può procedere all’asciugatura.

Se la barba è molto disidratata, invece, si può fare un impacco, cioè usare un’abbondante quantità di balsamo e lasciarlo agire per 10 o 15 minuti. Poi, come di consueto, si risciacqua bene e si asciuga.

Un altro modo in cui può essere usato, è facendo il co-wash. In poche parole, se si ha bisogno di lavare spesso la barba, si può usare un balsamo con risciacquo al posto del sapone, che, per quanto delicato, se usato tutti i giorni può essere troppo aggressivo per la barba e la pelle.

Usando il balsamo, invece, si avrà una sensazione di pulito, senza doversi preoccupare di disidratare troppo il pelo, rischiando di rovinarlo e favorendo la formazione delle doppie punte.

Se vuoi saperne di più, leggere altre opinioni o provarlo in prima persona, trovi il balsamo e gli altri prodotti di Solomon’s Beard su Amazon.

Conditioner, balm, balsamo con e senza risciacquo… Facciamo chiarezza!

Ragazzo con la barba confusoQuello che in inglese viene chiamato balm in italiano è tradotto balsamo, purtroppo però anche il conditioner in Italia è chiamiato balsamo. Ne consegue che, usando lo stesso termine per due prodotti diversi, diventa molto facile confondersi.

BALM O BALSAMO SENZA RISCIACQUO

Conosciuto anche come cera per barba, si presenta solitamente in uno stato solido. Oltre a nutrire e proteggere la barba, è utile soprattutto per disciplinare e modellare. È spesso usato in sostituzione o in aggiunta all’olio per barba (se vuoi sapere che differenza c’è tra olio e balsamo, vai qui).

Una volta scaldato tra le mani, si applica sulla barba asciutta e con le mani o la spazzola ci si aiuta per dare la forma desiderata. Se vuoi più informazioni a riguardo puoi consultare la nostra sezione dedicata.

CONDITIONER O BALSAMO CON RISCIACQUO

Generalmente ha una consistenza liquida o cremosa, esattamente come il balsamo per capelli. La sua principale funzione è quella di nutrire e ristrutturare la barba, oltre che renderla più morbida e rilassata.

Può essere usato una volta a settimana, dopo aver lavato la barba, lasciandolo in posa per qualche minuto e poi risciacquandolo oppure, se si ha la necessità di lavare spesso la barba, può essere usato in sostituzione al sapone, facendo il co-wash.

Per toglierti ogni dubbio lasciamo la parola a Barber Shop Crew. Se sei interessato al balsamo mostrato nel video o agli altri prodotti Solomon’s Beard, puoi trovarli facilmente sul sito ufficiale o su Amazon.

Shampoo per barba di Percy Nobleman

Percy Nobleman Beard Wash - Shampoo per lavare la barbaSi sa che abbiamo un debole quando si tratta di provare nuovi prodotti (a discapito dei nostri portafogli) e quello di cui parliamo oggi è lo shampoo per barba di Percy Nobleman.

Avendone sentito parlare bene, eravamo molto curiosi, nonostante delle recensioni con voti abbastanza bassi. Alcune in particolare sottolineavano quanto fosse pessimo l’odore. Quanto mai potrebbe essere cattivo un profumo al lime e legno di cedro?! E poi, come diciamo sempre, bisogna provarle le cose e farsi un’opinione propria!

Ora, in questo clima festivo, ci piacerebbe davvero continuare questa storia raccontando di quanto, contro ogni previsione, questo shampoo ci abbia soddisfatto, rendendo le nostre vite e quelle dei nostri cari migliori… E invece no, siamo i soliti guastafeste.

L’odore è davvero pessimo e proprio non capiamo come, unendo insieme lime e legno di cedro, si possa ottenere qualcosa del genere. Ci è addirittura difficile definirlo. È come un pesante odore chimico, che si fa pure fatica a coprire con olii o balsami profumati.

Inoltre la consistenza è molto densa, quasi come fosse grasso, e si ha l’impressione di non riuscire mai a lavarlo bene via dalla barba.

In definitiva noi di sicuro non lo ricompreremo, ma se tu vuoi provarlo, perché non ti fidi della nostra opinione, lo trovi su Amazon, poi però non dire che non ti avevamo avvertito!

Co-wash: lavare spesso la barba senza rovinarla

Uomo che sta lavando la barba con il saponeIn alcuni articoli abbiamo citato la tecnica del co-wash e forse è il caso di approfondire meglio cos’è e a cosa serve.

Co-wash sta per conditioner-wash, cioè, invece del sapone o dello shampoo, per lavare la barba si usa il conditioner, che in italiano, per complicarci la vita, chiamiamo sempre balsamo, ma non è quello per barba, tipo cera, bensì quello con risciacquo che usiamo anche per i capelli. Se ti senti confuso da tutti questi termini, abbiamo scritto un articolo per chiarire ogni dubbio sulla differenza tra balm, balsamo e conditioner!

Esistono dei conditioner (non ci fanno impazzire gli inglesismi, ma questa volta facciamo un’eccezione per non creare confusione) specifici per barba. In Italia, però, sembrano abbastanza difficili da trovare, eccezione fatta per quello ottimo di Solomon’s Beard (Amazon). Se vogliamo sperimentare, quindi, per questa volta, abbiamo il permesso di usare anche prodotti per capelli.

Ma perché fare questo co-wash invece di lavare la barba con il solito sapone? Perché, come detto più volte, usare il sapone, per quanto delicato possa essere, priva il pelo dei suoi olii naturali e l’uso frequente può seccare e disidratare eccessivamente la barba.

Il conditioner invece non solo non è aggressivo quanto il sapone, ma aiuta proprio ad ammorbidire, nutrire e idratare la barba.

Il sapone in teoria non andrebbe usato più di due o tre volte alla settimana. Magari, però, si va in palestra, si fa sport, si lavora all’aria aperta o semplicemente si vuole lavare la barba per avere quella bella sensazione di pulito. In questi casi si può usare il co-wash che, con i prodotti giusti, può essere fatto anche tutti i giorni.

Parlando di prodotti giusti, evita di usare conditioner con siliconi o ingredienti derivati dal petrolio. Noi, oltre che con il già citato balsamo di Solomon’s Beard (Amazon), ci siamo trovati bene anche con quello di Shea Moisture (Amazon) o di Cantu (Amazon). In questo caso, più che mai, se usi prodotti per capelli, ricordati che potresti avere dei risultati migliori o peggiori dei nostri, visto che ogni pelle e ogni barba è diversa.

Alcuni insieme al conditioner mescolano un cucchiaino di zucchero di canna o lo diluiscono leggermente con dell’acqua, ma può anche usato così com’è, senza problemi. Quando fai la doccia, applicalo sulla barba e aspetta qualche minuto prima di risciacquarlo. Poi segui semplicemente la solita routine.

Dopo qualche giorno la tua barba dovrebbe risultare più morbida. Essendo più idratata, dovrebbero diminuire anche doppie punte e peli spezzati. Inoltre, se hai la barba riccia, è un buon modo per districare nodi e tenerla a bada. Se vuoi altri modi per domare i ricci della tua barba leggi anche il nostro articolo a riguardo!

Come curare la barba in inverno

Il modo in cui ci prendiamo cura della nostra barba in autunno e inverno non cambia radicalmente (puoi leggere la nostra routine qui), ma ci sono alcune cose a cui facciamo un po’ più attenzione rispetto al solito.

Come prendersi cura della barba anche in inverno

Aumentare l’idratazione

Con il freddo, soprattutto se c’è poca umidità, la barba tende a disidratarsi molto più facilmente. Se hai lo stesso problema puoi provare a usare un po’ più olio o balsamo. Invece di applicarne tanto in una volta sola, però, prova ad applicarlo più volte durante la giornata, quando senti che la tua barba è particolarmente secca.

Un altro ottimo rimedio è quello degli impacchi. Puoi leggere qui il nostro articolo dove spieghiamo come farne uno molto semplice con l’olio di cocco.

Usare meno frequentemente il sapone

Lavare troppo spesso la barba con il sapone può renderla secca. Prova a limitarne l’uso in inverno, usando solo acqua o la tecnica del co-wash (conditioner-wash).

Per fare il co-wash avrai bisogno di una balsamo, senza siliconi, per il lavaggio frequente dei capelli. Mescolalo con qualche cucchiaino di zucchero e usalo al posto del sapone per lavare la tua barba. Rispetto al lavaggio normale è meno aggressivo e non elimina completamente gli olii naturali che rendono il pelo lucido e sano. Per saperne di più leggi il nostro articolo!

Moderare l’acqua calda

Con il freddo la tentazione di lavarsi con l’acqua bollente è forte, purtroppo però il calore eccessivo non fa molto bene alla barba.

Quindi, anche in inverno, cerca di usare sempre acqua tiepida quando la lavi e imposta il phon a una temperatura media quando l’asciughi.

Asciugare bene

Non ti passi per la testa di lasciare la barba mezza umida per far prima. A parte il rischio di ammalarti, la barba si seccherà molto più facilmente.

Questo vale anche se ti ritrovi in mezzo a pioggia o neve. Se non hai un ombrello per ripararti, tieni la barba dentro la giacca o usa la sciarpa per coprirla.

Balsamo da barba fatto in casa

Spesso, noi con la barba lunga, ci lamentiamo del prezzo spropositato di alcuni prodotti. Abbiamo un’alternativa però, ricorrere al fai da te!

Scienziato pazzo prepara balsamo per barba

In questo articolo vi daremo la ricetta per preparare a casa un ottimo balsamo per la barba. Essendo anche noi inesperti con il fai da te, abbiamo fatto un po’ di ricerche e ci siamo fatti consigliare da coloro che detengono ogni verità: le nostre donne.

Se state cercando un’alternativa vegana, leggete la nostra ricetta per un balsamo fai da te vegano, il procedimento è pressoché uguale, ma la cera d’api è sostituita con delle cere vegetali.

Prepararlo non è ovviamente semplice come comprarlo già fatto, ma non è neanche tanto difficile. Inoltre, così facendo, sarete sicuri degli ingredienti usati e non avrete dubbi su possibili prodotti chimici industriali.

È probabile che il primo tentativo non vada proprio a buon fine, forse non otterrete degli ottimi risultati. Molto dipende dall’uso delle giuste quantità e dai prodotti a cui siete abituati di solito. Con quello che risparmiate comunque potete permettervi di provare più e più volte, fino a ottenere il balsamo perfetto per la vostra barba!

Guardando la lista degli ingredienti, probabilmente vi chiederete: dove diavolo si comprano? In realtà sono abbastanza comuni, semplicemente non siamo abituati a comprarli. Ad ogni modo, se volete farla semplice, vi lasciamo i link Amazon di fianco ad ognuno, così potrete ordinarli comodamente stando seduti sul divano.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di cocco (Amazon)
  • 2 cucchiai di olio di mandorle dolci (Amazon)
  • 8 cucchiai di burro di karité (Amazon)
  • 28 grammi di cera d’api (Amazon)
  • qualche goccia di olio essenziale a scelta (Amazon)

Procedimento

Per poter amalgamare bene gli ingredienti tra loro, avrete bisogno di scaldarli. Evitate però di usare un calore troppo forte, altrimenti rovinerete tutto e creerete sostanze potenzialmente dannose.

Sistema bagnomaria per poter scaldare e amalgamare gli ingredienti del balsamo per barba

Usate il sistema bagnomaria. In poche parole, riempite un pentolino d’acqua e mettetelo sul fuoco, all’interno di questo mettete un altro recipiente con gli ingredienti che volete amalgamare. Il calore scalderà l’acqua nel primo pentolino e si trasferirà lentamente al secondo.

Gli ingredienti possono essere aggiunti tutti insieme, tranne l’olio essenziale. Una volta sciolti e mescolati bene tra loro, spegnete il fuoco e aggiungete qualche goccia di olio essenziale a vostra scelta.

Frusta da cucina per rendere il balsamo per la barba più morbido e cremosoA questo punto potete versare il composto liquido in un contenitore pulito e lasciare che si raffreddi e solidifichi. Se volete però che, anche una volta solidificato, il vostro balsamo resti abbastanza morbido e cremoso, eccovi un segreto: dopo averlo tolto dal fuoco, aspettate che diventi abbastanza denso, ma non proprio duro, e usate un frullino o una frusta da cucina per montarlo. Infine mettetelo nel contenitore dove volete conservarlo.