Stile ottocentesco, rinfrescato da vip e celebrità che lo hanno scelto: quali sono le caratteristiche della barba sottogola?

Per la serie a volte ritornano, oggi andiamo a riscoprire uno stile antico che sta tornando di moda, quello della Barba Sottogola o Chin Strap.

Molto comune nell’arco di tempo tra il XVII ed il XIX secolo, questo stile è tornato in voga negli ultimi anni dopo essere stato scelto da sportivi (Lewis Hamilton ma non solo), attori (Hugh Jackman, Robert Downey Jr. e molti altri) e celebrità (50 Cent).

Cos’è la Barba Sottogola?

Come si può evincere dal nome, la barba sottogola prevede la creazione di un sottile “collare” delineato sulla zona del collo e fino alle mandibole. La zona dei baffi e le guance rimangono invece liberi. Far crescere una bella barba di questo tipo non è complicato, in quanto questo stile è facile da ottenere visto che si concentra sulle aree del viso in cui la crescita pilifera è più accentuata. L’unico criterio a cui fare attenzione è la creazione di un insieme unito, senza interruzioni o buchi.

Quanto tempo serve per ottenere questo stile?

Si tratta di uno stile semplice e facile da ottenere. Dovremo solo attendere che la lunghezza della barba sia di almeno un paio di centimetri e che basette e barba siano completamente unite. Ottenuti questi due semplici requisiti, la nostra “tavolozza” sarà pronta e potremo andare a scolpire una barba sottogola di sicuro effetto.

Forme del viso ideali

Come per ogni altra tipologia di barba, anche la barba sottogola si abbina meglio ad alcune fisionomie e forme del viso. La barba sottogola evidenzia in maniera naturale la linea della mascella. Di conseguenza questo stile si adatta in maniera perfetta ai volti con una forma ovale ben definita ed ai profili decisi, visto che la presenza della barba sottogola evidenzia gli stessi.

Meglio evitarla invece quando il viso ha una forma a diamante, rettangolare, a cuore o tonda. In questi casi il consiglio è quello di optare su uno stile di barba diverso che evidenzierà in modo migliore le caratteristiche del viso. Per saperne di più leggi anche il nostro articolo su come svegliere lo stile di barba in base alla forma del viso.

Come si crea la perfetta barba sottogola

Come già indicato, la base di partenza è una barba piena con una lunghezza di circa 2 cm. Troppo corta e la barba non avrà stile, troppo lunga e diverrà complicato creare la barba sottogola spessa. La base di partenza da 2 cm permette in maniera agevole di raggiungere la lunghezza standard per questo tipo di barba che è attorno al centimetro.

Prima fase. Regolazione della barba

Il primo passo è quello di scegliere un regolabarba con regolazione di altezza e di settarlo appunto a 10 mm. Andremo a passarlo in maniera omogenea su tutto il viso, agendo sulla barba nella direzione contropelo, per uniformare la lunghezza.

Seconda fase. Forma

Via il pettine del regolabarba ed iniziamo ad agire sulla forma della barba. L’obiettivo è quello di iniziare a delineare la forma della barba sottogola assicurandoci che la stessa rimanga simmetrica. Questo passaggio definirà la struttura della barba.

Terza fase. Definisci.

Definita la forma è tempo di rimuovere il non necessario. Baffi e guance dovranno quindi tornare morbide e lisce. Anche in questo caso il verso da utilizzare è il contropelo, con come obiettivo la “pelle di culetto di bambino”.

Fine. La barba sottogola è terminata, ora dobbiamo solo dedicarci a manutenzione e cura.

Prodotti, accessori e manutenzione per la cura della barba sottogola

Non è complicato gestire la barba sottogola, ma è uno stile a cui dovremo comunque dedicare un pò di tempo in maniera periodica.

Innanzitutto sarà necessario radere le zone senza barba, operazione che potremmo essere costretti a fare anche tutti i giorni (ovviamente tutto dipende dalla velocità di crescita della barba).

Avremo invece più possibilità per quanto riguarda la zona della barba, visto che questo stile permette una lunghezza alquanto libera. Starà a noi ed a varie prove definire la lunghezza ideale della barba più adatta.

Stili di barba sottogola

Oltre alla lunghezza della barba c’è un’altra variante su cui possiamo agire per perfezionare al meglio il nostro stile. Fattore determinante per la barba sottogola è la larghezza della stessa. Si può infatti optare per una larghezza sottile, conosciuta come “a matita”, composta da una striscia di un paio di millimetri, per una barba giovanile e di stile. Oppure potremo optare per una fascia più larga, fino ad un paio di centimetri, per dare maggiore personalità e mascolinità.

Meglio non superare i due centimetri di larghezza, punto di confine tra una perfetta e voluta barba sottogola ed un “accrocchio” senza bordo.

In caso di barba sottogola lunga, un abbinamento di sicuro effetto può essere quello con il pizzetto, per un ulteriore iniezione di mascolinità al proprio aspetto estetico.

La barba sottogola nella storia e sui visi dei VIP

Particolarmente popolare a partire dalla fine del 18° secolo in Europa e Russia, si é poi diffusa all’inizio del 19° anche negli Stati Uniti ed in Giappone. Non è difficile trovare persone con questo stile di barba nelle foto d’epoca.

Quasi scomparsa durante la metà e la fine del secolo successivo (come quasi tutte le altre barbe) è tornata in auge solo da alcuni anni.

Gli esponenti più famosi di questo tipo di barba sono Lewis Hamilton e 50 Cent.

Stile che non passa inosservato, quello della barba sottogola è una scelta stilistica che definisce in maniera importante il suo possessore. La riconoscibilità apportata da questa barba val bene il processo di manutenzione e cura della stessa.